Vai al contenuto
Giovedì, Luglio 24, 2014
   
Dimensione caratteri
logo_nuvolera

Il terremoto: regole di comportamento in caso di emergenza

L’intenzione è di fornire ai ragazzi delle norme di comportamento e procedure da seguire in caso di evento sismico.

Il terremoto, un avvenimento che può stravolgere la vita: la paura, il panico, il timore, la speranza, l’incertezza del futuro, scatenano emozioni così forti che irrompono con prepotenza quando . . . la terra trema.
Il terremoto che distrugge i nostri paesi, le nostre strade, le nostre case, l’emergenza, la fuga precipitosa dagli edifici, la ricerca di nuovi luoghi dove alloggiare.
Sapendo che non è possibile prevedere la data dell’evento, le indicazioni di questo opuscolo, sono  tese a fornire semplici norme e procedure per un comportamento opportuno, da attuare prima come prevenzione, durante e dopo la prima scossa sismica.
I genitori, con la preziosa collaborazione dei figli, dovrebbero predisporre un piano di emergenza, dove accuratamente puntualizzano, i comportamenti da tenere in caso di calamità, le zone dove trovare, un riparo più sicuro, il posizionamento degli interruttori di sicurezza e . . . lo zaino di emergenza.
Il “gruppo famiglia” dovrebbe effettuare qualche simulazione, coinvolgendo anche i bambini più piccoli, ponendo loro le prove sotto forma di gioco, affinché i gesti diventano dinamici ed automatici.

Prima del terremoto - Prevenzione

  1. Informarsi dove si trovano e come si chiudono i rubinetti generali del gas, dell’acqua e gli interruttori della luce: gli impianti potrebbero subire danni durante le scosse
  2. Evitare di posizionare oggetti pesanti sulle mensole o sugli scaffali molto alti: fissare al muro gli arredi più pesanti perché potrebbero caderci addosso
  3. Tenere in casa una cassetta di pronto soccorso, una torcia elettrica o una lampada di emergenza , una radio a pile, un estintore ed assicurasi che siano facilmente raggiungibili e che tutta la famiglia sappia dove sono riposti
  4. Conoscere i punti  più pericolosi di ogni stanza e valutare le vie di fuga specie della camera da letto
  5. Disporre di una cassetta di attrezzi per piccole riparazioni, allocarla in un luogo sicuro e facilmente raggiungibile
  6. A scuola od al lavoro, informarsi se è stato predisposto un piano di emergenza: seguendo le istruzioni, è possibile collaborare alla gestione dell’emergenza

 Durante il terremoto

  1. Cercare di mantenere la calma e non farsi prendere dal panico:  rassicurare le persone che ne hanno bisogno.
  2. Sostare nei posti maggiormente sicuri, come architravi, muri  portanti (muri più spessi), angoli di pareti che costituiscono una ottima protezione durante i crolli
  3. Ripararsi sotto un tavolo e ricordarsi che è pericoloso stare vicini a mobili, oggetti pesanti, specchi poiché potrebbero caderci addosso
  4. Ripararsi nelle zone suddette in posizione distesa o inginocchiata, coprendosi il capo con un cuscino o altro materiale morbido
  5. Non uscire di casa a meno che non si abiti al pianoterra, per non rischiare di rimanere bloccati lungo le scale e non usare per nessun motivo l’ascensore
  6. Chiamare i soccorsi segnalando eventuali persone infortunate
  7. Aprire porte e finestre con prudenza poiché potrebbero crollare
  8. In auto, attenzione a non fermarsi in prossimità di ponti, di terreni franosi o di spiagge: potrebbero crollare o essere investiti da onde anomale
  9. Una volta terminata la scossa, uscire dall’edificio solo in caso di reale pericolo, facendo attenzione all’uscita per il pericolo di caduta di tegole calcinacci, insegne ecc.
  10. Una volta all’esterno tenersi in spazi aperti, lontano dagli edifici, evitare di transitare al di sotto di ponti, gallerie e strutture sopra elevate
  11. Tenere conto della eventualità del verificarsi di possibili scosse di assestamento;
  12. Prestare la massima attenzione agli annunci diramati via radio, televisione o direttamente dai soccorritori locali.

  Dopo il terremoto

  1. Assicurarsi di stare bene e di avere energie per aiutare gli altri, collaborando con i soccorritori
  2. Non cercare di muovere le persone gravemente ferite, per non arrecare ulteriori danni
  3. 3. In strada, fare molta attenzione a calcinacci e vetri rotti
  4. 4. Portarsi al sicuro da edifici e da strutture pericolanti
  5. Non avvicinarsi ad impianti industriali o linee elettriche poiché potrebbero cadere
  6. Evitare di curiosare andando in giro piuttosto, raggiungere le aree di attesa individuate dai piani di emergenza del comune
  7. Evitare di usare il telefono e l’automobile: necessario lasciare le linee telefoniche e le strade libere.

Norme specifiche per le scuole

Nel caso si debba far fronte ad una emergenza dovuta al terremoto, gli insegnanti presenti in classe e il personale di supporto, dispongono, affinché tutti si attengono alle seguenti procedure:

  1. Restare calmi evitando scene di panico ed isterismi
  2. Trattenere gli studenti in aula fino alla fine della scossa, ponendoli in posizione riparata, ovvero inginocchiati sotto i banchi o sotto gli architravi delle porte o vicino ai muri portanti, allontanandoli da vetrine, specchi
  3. Far rientrare immediatamente in classe e porre in posizione riparata quanti sono presenti nei corridoi o nelle scale
  4. Allontanarsi da finestre, armadi, porte con vetri che potrebbero infrangersi o cadere
  5. Abbandonare i locali solo al termine della scossa, evitando l’uso degli ascensori e seguendo attentamente le disposizioni del piano di emergenza interno
  6. Evitare l’uso di accendini o fiammiferi poiché potrebbero esserci perdite di gas
  7. Contenere o evitare le iniziative personali: limitarsi ad eseguire con cautela le procedure indicate, mantenendo la calma

Ricordarsi che anche il comportamento poco attento del singolo può, nel corso di una emergenza, risultare determinante per creare una situazione di estremo pericolo sia per se stesso ma anche per chi assolve alle impagabili funzioni di soccorso.

Nuvolera,  15 aprile 2012

Dr. Ernesto Giacò
Assessore Sanità, Igiene, Servizi alla Persona
Rapporti Istituzionali con Enti Vari, Personale
Membro C. di A. Azienda Speciale Consortile ambito 3 – Brescia est

Valid XHTML 1.0 Transitional
Copyright © 2014 Comune di Nuvolera. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Sito deliberato da GiBiLogic